Una perdita emotiva

Una perdita emotiva

C'è una perdita emotiva che accomuna la maggior parte di noi e della quale nessuno ha la benché minima voglia di parlare: l'assenza di vergogna. La vergogna è un sentimento adulto e implica un giudizio interno prima ancora che esterno.

Cosa c'è di più spaventoso di un incontro così ravvicinato con noi stessi?

Aldilà del giudizio altrui, potrebbe essere proprio questo ciò che la rende impraticabile ai più. Il versante auto-riflessivo. Perché se da un lato proviamo in tutti i modi ad esplorare il nostro mondo interiore, dall'altro non riusciamo mai ad arrivare fino in fondo. Non perché non possiamo, sia chiaro, perché non vogliamo. Ci fa tremendamente paura. La vergogna è un'emozione destabilizzante. Vergognarsi significa ammettere un fallimento, significa accettare di essere vulnerabili. Vergognarsi significa sottoporsi coscientemente ad un'autentica "egoscopia" che con ogni probabilità ci farà soffrire, e tanto anche. Perciò non c'è da stupirsi se non abbiamo tutta questa gran voglia di viverlo, un simile turbamento. Eppure oggi è questo il sentimento che prevale, oltre alla rabbia, il senso di vergogna. Un senso di vergogna più ampio di quello descritto finora, così ampio da abbracciare l'intera umanità. Un pensiero e una preghiera per tutte le vittime di Nizza e dell'odio

Instagram Feed

Contatti

  • info@cadelfa.it
  • 049 8751075
  • 049 8751075
  • vicolo Santonini, 12 - Padova

Altri Link